Tecnologie Innovative

“Nessuno può davvero prevedere quali sogni lontani l'IA può aiutare a realizzare”

LucidLinkAILucidLink White Paper: Intelligenza Artificiale nei Media e nell'Intrattenimento:

Come Collaborare in Modo Efficace con l'IA.

Le tecnologie dietro l'intelligenza artificiale (IA) sono state presenti in varie capacità per anni, sia attraverso raccomandazioni algoritmiche su piattaforme come Spotify e Netflix, sia attraverso l'etichettatura automatica della libreria fotografica di un'azienda tramite modelli di rilevamento oggetti. 

Tuttavia, nell'ultimo anno, l'IA generativa in chatbot come ChatGPT e generatori di immagini come Midjourney ha portato a un'esplosione di interesse e ottimismo nel settore. 

La statistica prevede che l'industria dell'IA crescerà venti volte entro il 2030, raggiungendo i due trilioni di dollari. 

Il campo si sta sviluppando rapidamente e sta attirando l'attenzione dei regolatori da entrambe le parti dell'oceano, come dimostrato di recente da un decreto del Presidente Biden.

 

L'IA ha il potenziale per trasformare praticamente ogni settore, dalla legge all'agricoltura alla difesa, in modo non visto dall'avvento del personal computer. 

Nel settore dei media e dell'intrattenimento, è già stata causa di interruzione. 

Il suo utilizzo è stato un punto chiave durante i negoziati contrattuali del 2023 tra lo Screen Actors Guild e lo Writers Guild of America, poiché gli attori hanno lottato contro la cessione delle loro immagini generate all'infinito e gli scrittori hanno combattuto contro l'outsourcing del loro lavoro all'IA.

 

Tuttavia, l'uso dell'IA nei Media e nell'Intrattenimento (M&E) non deve essere controverso. 

Viene già fatto in molte applicazioni e offre possibilità entusiasmanti per razionalizzare i flussi di lavoro, potenziare la creatività e ispirare nuovi tipi di arte. 

In questo articolo, esploreremo alcuni di questi casi d'uso e delineeremo modi in cui i creativi possono sfruttare queste tecnologie a loro vantaggio.

 LucidLinkAI1

5 modi per utilizzare l'IA nei Media e nell'Intrattenimento

 

Il settore dei Media e dell'Intrattenimento è stato a lungo un pioniere nell'uso della tecnologia, impiegando algoritmi per generare effetti speciali sorprendenti in film come Westworld (1973) e Tron (1982). 

Più di recente, gli algoritmi sono stati utilizzati per generare interi mondi nei giochi come No Man's Sky. 

Gli algoritmi ordinano anche i nostri feed sui social media, definendo non solo l'esperienza pubblica di Internet, ma anche il modo in cui le organizzazioni media incorniciano e distribuiscono i loro contenuti.

 

La crescita dell'IA non è diversa. 

Man mano che la tecnologia continua a maturare, i creativi nel settore M&E dovrebbero cercare di sfruttare l'IA in cinque modi chiave:

 

1. Potenziare la creatività con l'IA generativa

2. Automatizzare i flussi di lavoro con assistenti AI

3. Personalizzare i contenuti per deliziare il pubblico

4. Sostenere casi d'uso etici per l'IA

5. Innovare future applicazioni della tecnologia

 

Discuteremo tutti questi aspetti più approfonditamente di seguito. 

Ma prima, diamo un'occhiata veloce e ad alto livello al motivo per cui dovremmo utilizzare queste tecnologie in primo luogo.

 

Vantaggi dell'uso dell'IA nei Media e nell'Intrattenimento

 

Uno degli aspetti su cui tutti sembrano concordare riguardo all'IA è che cambierà le cose in modo piuttosto drammatico. 

Alcuni dei benefici che può portare al settore dei media e dell'intrattenimento includono:

1. Migliori raccomandazioni di contenuti: motori di raccomandazione più sofisticati possono aiutare le persone a scoprire nuovi streamer, band, programmi TV, agenzie di notizie e altro ancora.

Per i creativi, ciò può portare a contenuti di nicchia che trovano il loro pubblico ideale.

2. Analisi del pubblico: l'IA può analizzare i dati degli spettatori per aiutare a capire meglio cosa cercano gli spettatori.

Per i creativi, immaginate di utilizzare analisi strategiche più dettagliate come stimolo per il brainstorming.

3. Pubblicità e monetizzazione: la pubblicità mirata apre possibilità per creativi di agenzie e può consentire percorsi meno disruptivi verso la monetizzazione.

4. Moderazione dei contenuti: i contenuti generati dagli utenti possono essere laboriosi e difficili da moderare manualmente, ma l'IA può monitorare e filtrare proattivamente i contenuti dannosi. 
Ciò porta a un'esperienza utente migliore sulle piattaforme sociali, ad esempio.

 

Analisi predictive: I comportamenti del pubblico su larga scala possono contribuire a una migliore comprensione delle preferenze in evoluzione, portando a migliori strategie di previsione e acquisizione dei contenuti. 

I creativi possono considerare ciò come carburante per prompt strategici più ricchi.

Riduzione dei costi: senza dubbio, semplificare la produzione di contenuti e ricevere contenuti completamente automatizzati dall'IA può rendere più facile creare contenuti professionali più velocemente e a costi inferiori. 

La sfida sta nel farlo in modo etico e che privilegi il godimento del pubblico.

Ora che abbiamo affrontato il motivo per cui dovremmo utilizzare l'IA, approfondiamo il come.

 

Potenziare la Creatività con l'IA Generativa

Quando si parla di IA oggi, molta attenzione è rivolta all'IA generativa, e con buona ragione: è impressionante! 

L'IA generativa di solito funziona alimentando molti esempi di un determinato tipo di contenuto in un modello che impara a fare associazioni tra di essi e a individuare pattern. 

Gli utenti possono quindi far creare all'IA creazioni originali basate su tali associazioni. 

Un modello addestrato su numerosi esempi di belle arti può creare un dipinto di una Lamborghini nello stile distintivo di Van Gogh, supponendo che un utente lo richieda.

 

Alcuni dei tipi di media che l'IA può creare attualmente includono:

Scrittura: Strumenti come GPT-3.5 e GPT-4 di OpenAI possono creare outline, script, idee e articoli.

Opere d'arte: Strumenti come Dall-E, Midjourney e Adobe Firefly possono creare immagini realistiche e illustrazioni dall'aspetto professionale partendo da qualsiasi prompt.

Musica: Jukebox di OpenAI può creare frammenti di musica in vari generi e stili, inclusi canti rudimentali.

Voce: WaveNet di DeepMind di Google è uno degli strumenti più popolari per creare discorsi umani realistici. Con campioni sufficienti, può riprodurre le voci di persone specifiche.

Video: Runway ML può generare brevi clip video basate su input di testo, creando un nuovo lavoro creativo o partendo da un campione di base. 

Nuovi strumenti in sviluppo presso aziende come Meta e Adobe mirano a rendere i video generati dall'IA altrettanto senza soluzione di continuità di quanto ChatGPT faccia per i contenuti scritti.

Le persone che lavorano in discipline creative a volte vedono tecnologie come quelle sopra e le considerano una minaccia. 

Ma possono essere utilizzate altrettanto facilmente per potenziare la creatività. 

Pensate all'IA come Steve Jobs pensava al computer: come una "bicicletta per la nostra mente", uno strumento creato dagli umani per eseguire compiti meglio di quanto avremmo potuto fare altrimenti.

 LucidLinkAIvideo

Ecco alcuni modi in cui l'IA può aiutare il processo creativo:

 

Gestione della scrittura procedurale, come recapiti sportivi, rapporti finanziari e previsioni del tempo. 

Ciò libera i giornalisti per interviste più personali e scritture investigative.

Stimolo alla creatività, generando rapidamente germi di idee per i creativi umani da perfezionare. Immaginate di inserire un prompt artistico in MidJourney insieme a un pugno di descrittori e usarlo come primo passo del processo creativo, o chiedere a ChatGPT di darvi 10 idee che corrispondano a una bozza creativa.

Professionalizzazione di piccole operazioni. 

Team che stanno lanciando la loro visione possono esternalizzare parte della creatività all'IA mentre si concentrano maggiormente sulle competenze principali.

Conduzione a forme più interattive di intrattenimento, compresi chatbot con personaggi immaginari e contenuti personalizzati generati dall'utente.

Aiuto nella ricerca.

Chiedere all'IA domande estremamente specifiche, come "quali schemi di colore possono essere associati all'era vittoriana?", può avviare il processo di ricerca. 

In questo modo, funziona in modo simile alla ricerca, come punto di partenza per approfondimenti davvero più approfonditi.

Aiuto agli utenti nello streaming video a risoluzione più elevata con la codifica e nell'aumentare i fotogrammi nei giochi con la generazione di immagini tramite AI, offrendo al pubblico un'esperienza visiva più ricca e coinvolgente.

Automatizzazione dei Flussi di Lavoro Mediatici con l'IA

Divertente come possa essere il processo creativo, alcuni aspetti possono essere noiosi. 

L'IA è particolarmente brava a velocizzare alcuni degli aspetti più noiosi e laboriosi della creazione di contenuti attraverso i flussi di lavoro mediatici e dell'intrattenimento. 

 

Vediamo alcuni modi in cui l'IA può aiutare i team creativi a superare le parti noiose per concentrarsi su quelle più interessanti del flusso di lavoro.

Correzione del colore: DaVinci Resolve e Adobe Premiere Pro utilizzano entrambi l'apprendimento automatico per assistere nell'abbinamento e nella correzione del colore su più riprese. 

Mascheratura: Funzionalità come Magic Mask di DaVinci Resolve sfruttano l'elaborazione neurale per automatizzare le maschere tracciate dal movimento. 

Risparmio ore di lavoro isolando automaticamente parti specifiche dei video per poi applicare effetti o altre migliorie come nascondere oggetti o cambiare uno sfondo.

Sincronizzazione audio: Adobe Premiere Pro e Final Cut Pro X possono sincronizzare automaticamente tracce audio e video, riducendo al minimo la necessità di una gestione accurata del timecode.

Metadata tagging: Strumenti di intelligenza artificiale come Adobe Sensei e Clarifai possono automaticamente etichettare immagini e video con metadati, un processo altrimenti laborioso. GrayMeta e Microsoft Azure, nel frattempo, possono estrarre informazioni dai video e automatizzare la loro categorizzazione. 

Tutti questi strumenti di etichettatura conducono a una ricerca più veloce e completa su grandi set di dati, come clip sportive o trasmissioni televisive.

Sottotitolazione: Descript e Google Cloud possono convertire automaticamente l'audio in testo, accelerando il processo di sottotitolazione e contribuendo al ricco pool di metadati alimentato dall'IA. 

Localizzazione: Synthesia può generare video di avatar AI che pronunciano qualsiasi linea in qualsiasi lingua con sincronizzazione labiale e espressioni facciali realistiche. 

HeyGen fa lo stesso ma può anche localizzare qualsiasi video esistente replicando le parole, il tono e le espressioni originali di un relatore in altre lingue.

Strumenti di editing video: Adobe Premiere Pro e After Effects, nel frattempo, possono utilizzare l'IA per rimuovere oggetti e aiutare a determinare i punti di taglio

Tutti questi strumenti contribuiscono ad accelerare i flussi di lavoro creativi preesistenti nell'industria dei media, eliminando processi che richiedono molto tempo e consentendo ai creativi di dedicare più attenzione agli sforzi creativi più profondi.

 LucidLinkinternet

Personalizzazione dei contenuti con l'IA 

Un sogno futuristico che occasionalmente si fa risuonare sull'IA è l'idea di contenuti completamente personalizzati al 100%: un'IA impara il tuo mezzo preferito e gli artisti al suo interno, oltre ai tuoi modelli di utilizzo, generando intrattenimento appositamente per te. 

Questo sembra interessante ma un po' sgonfiante, specialmente per chi ama essere sorpreso o sfidato dalla cultura che consuma.

Forse più interessante è la capacità dell'IA di non generare contenuti completamente personalizzati per ogni utente, ma di personalizzarli verso di loro. 

Ad esempio, gli algoritmi di raccomandazione, come quelli su TikTok, Spotify o Netflix, stanno diventando sempre migliori nel risolvere il problema della "decision fatigue" per gli utenti, suggerendo proattivamente cose che potrebbero piacere. 

Inoltre, strumenti B2B come Tavus, Maverick e bHUman possono essere utilizzati per creare video personalizzati per scopi di vendita, marketing e assistenza clienti.

Certamente, la personalizzazione e la riproposizione dei dati sollevano alcune preoccupazioni sulla privacy, quindi è valutare come rimanere etici nell'esplorare queste tecnologie eccitanti.

 

Pratiche etiche migliori per l'IA nei media

Con una nuova tecnologia così potente come l'IA, le preoccupazioni etiche sono al primo posto.

Alcuni dei primi casi d'uso di tecnologie come i deepfake erano non consensuali, ad esempio, e molti scrittori e piattaforme di notizie stanno lavorando per proteggere il proprio lavoro dall'essere utilizzato in grandi modelli linguistici. 

Per questi motivi, è importante seguire le migliori pratiche etiche nell'uso dell'IA. 

La tecnologia verrà utilizzata sempre più ampiamente, quindi è probabile che queste evolvano, ma alcuni principi da tenere a mente sono:

Sii trasparente: per ora, è meglio etichettare il lavoro generato dall'IA, soprattutto se è per un cliente.

Usa set di dati diversificati: molti modelli attuali di IA riflettono i pregiudizi dei media che li hanno informati, rinforzando stereotipi sociali preesistenti. 

Per questo motivo, i modelli dovrebbero essere addestrati su set di dati diversificati e anche le loro uscite dovrebbero essere corrette per presentare risultati più diversificati.

Proteggi la proprietà intellettuale (IP): non utilizzare modelli di lingua di grandi dimensioni (LLM) tratti da lavori che non sono stati esplicitamente autorizzati per questi utilizzi.

Promuovi la collaborazione tra umani e IA: cerca luoghi in cui ottimizzare e migliorare i flussi di lavoro attraverso l'IA, oltre a creare nuovi tipi di arte umana, piuttosto che automatizzare il processo creativo. (Il pubblico risponde meglio a un tocco umano, anche.)

Rispetta la privacy: utilizza qualsiasi analisi basata sull'IA sui modelli di consumo in modo responsabile, garantendo che tutti i dati dell'utente siano anonimizzati e correttamente crittografati.

Mantieniti aggiornato sull'etica dell'IA: resta informato sugli sviluppi relativi a questo argomento esatto. 

Le conversazioni si muoveranno rapidamente, proprio come la tecnologia stessa.

 

Tendenze future dell'IA nei media e nell'intrattenimento

Mentre le linee guida etiche sopra sono il punto più importante in questo articolo, rimanere concentrati sulle possibili applicazioni future dell'IA è probabilmente la parte più divertente. 

Molte di queste sembrano fantascienza, ma è proprio per questo motivo che è interessante rimanere in questo campo: nonostante la sua capacità dirompente, i poteri dell'IA sono legittimamente trasformativi, e i team creativi che li impugnano avranno non solo un vantaggio competitivo ma anche uno creativo.

 

Probabili futuri casi d'uso dell'IA includono:

Realtà virtuale (VR) e realtà aumentata (AR) alimentate da AI: estendere la capacità dell'IA di generare immagini e brevi video realistici a un'abilità di generare un mondo vissuto attraverso un visore VR. 

La progettazione di questi mondi è attualmente molto intensiva in termini di risorse, ma flussi di lavoro di sviluppo veloci potrebbero creare ambienti (e narrazioni) personalizzati da esplorare. 

Convergenza tra giochi, film e VR: personaggi non giocanti più complessi nei giochi potrebbero assumere la forma di compagni altamente interattivi come quelli nel film Her. 

I creativi potrebbero progettare questi compagni e narrazioni che gli utenti vivono insieme a loro.

Collaborazione in tempo reale più utile: per i creativi, questo potrebbe essere un partner di scrittura ideale per scambiare battute e idee stravaganti.

Per i lavoratori tecnici, potrebbe essere un co-editore di IA che prende appunti sul ritmo di una scena in corso.

Un internet post-ricerca: sin dalla sua nascita, la ricerca è stata uno dei mattoni fondamentali di Internet. 

Se viene usurpata dai chatbot, che possono generare risposte personalizzate su richiesta per gli utenti, altererà il modo in cui le persone utilizzano e interagiscono con Internet. 

Che questo assomigli a un metaverso o qualcos'altro rimane da vedere.

 

Prepararsi per il futuro dell'IA con LucidLink

In ultima analisi, nessuno può davvero prevedere quali sogni lontani l'IA può aiutare a realizzare. 

Ma una cosa è certa: sarà generato molto più contenuto. 

LucidLink può incorporare senza soluzione di continuità i contenuti generati dall'IA nei flussi di lavoro dei media.

Presenta sicurezza di prima classe e archiviazione crittografata, aiutando i team creativi a conformarsi alle migliori pratiche dell'IA. 

Agevola la collaborazione istantanea e la condivisione, indipendentemente dalla posizione delle squadre creative, lavorando per potenziare i flussi di lavoro creativi proprio come fa l'IA. 

 

LucidLink è una soluzione basata su cloud che collega istantaneamente team remoti a file multimediali di qualsiasi dimensione e tipo, entro pochi secondi, ed è progettata per supportare flussi di lavoro dalla produzione video e audio al design grafico e oltre. 

Con LucidLink, il tuo miglior talento può trovarsi ovunque nel mondo e puoi continuare a lavorare insieme.

Esplora come LucidLink può aiutare i tuoi team creativi e prova gratuitamente.

 

INFO: https://www.lucidlink.com/

 

Related Articles

Ultimissime di Tutte le Categorie

We strive for accuracy and fairness. If you see something not feeling right please let us know

Siamo molto sensibili ai cookie. We don't track, we don't trace, we don't advertise, and we don't try to get on your nerves. Ma il webmaster dice che per ragioni tecniche ci vuole un cookie per sessione; e l'avvocato dice che per ragioni legali dobbiamo sottolinearlo. Quindi per proseguire è meglio se clickate sul pulsante a destra >>>