Associazioni-Fiere-Educational

Amplificatore con DAC “A-H01” e Convertitore DAC “UD-H01”

Estratto dalla collezione TEAC Autunno 2011, Hi-Fi di classe completamente rinnovata
Anche se siete appassionati all'alta fedeltà “tradizionale”, composta da apparati “armonizzati” di diverse marche e siete sensibili al fascino delle elettroniche a valvole o l'esoterico in genere, vi assicuriamo che non potrete fare a meno di essere davvero colpiti dalla nuova collezione TEAC per l'autunno 2011.


Sì, perché siamo in pieno futuro e l'alta fedeltà come l'abbiamo vista fino a oggi volta pagina con TEAC, in streaming audio Lossless, in configurazione multiroom, con convertitori multi-D/A e controllo da smartphone.
Oggi non servono più pesanti trasformatori ed elettroniche sofisticate per raggiungere livelli di ascolto molto soddisfacenti e questo grazie alle tecnologie digitali. In più la versatilità oggi tocca livelli mai raggiunti in passato...e non sono gadget!
TEAC però ha fatto di più e si è tuffata nel digitale senza compromessi, non a caso integrando in modo totale col mondo numerico dell'informatica e dei dispositivi tattili.
Quello di cui vi parliamo oggi è infatti un assaggio della nuovissima linea di prodotti presentata allo scorso IFA di Berlino che è dedicata in special modo al mondo Apple e PC, con piena integrazione con iPod Touch, iPad e iPhone.
In questa nuova collezione sono presenti tre linee di prodotti, la serie “Airplay Products”, la serie High-end “Distinction” e la Serie “Reference 01” su cui ci concentriamo qui.

La serie TEAC Reference 01
In generale, la serie TEAC Reference 01 è compatta e propone un sound “senza compromessi” -anche per gli audiofili più esigenti – tecnologie di punta in un “corpo” elegante.
La destinazione “Hi-Fi di classe” è evidente per questa linea TEAC e i due prodotti su cui punta la nostra attenzione oggi sono disponibili in silver o nero: il DAC amplificato A-H01 che come cuore prevede un ottimo convertitore e una sezione di amplificazione e il modello DAC UD-H01 in qualità di puro convertitore stand alone.
Entrambi a bordo prevedono anche interfaccia USB; vediamoli in dettaglio.

TEAC A-H01, DAC con amplificatore stereo
Il nuovo A-H01 DAC con amplificatore stereo prevede a bordo conversione digitale/analogica D/A a 32 bit / 192 kHz con frequenze di campionamento supportate a 44.1 kHz, 48 kHz, 88.2 kHz, 96 kHz, 176.4 kHz, 192 kHz.
Per la sezione amplificatore, integrata, si parla di 50W + 50W (4 Ohm, 1kHz, 1% THD), 22W + 22W (8 Ohm, 1kHz, 1% THD).
Dispone di una porta Audio USB 2.0 alta velocità che permette trasferimento di segnali audio in modalità asincrona.
Più in generale, dispone di cinque entrate audio, USB, Coassiale, Ottica, Line1, Line2 e di apposite uscite per diffusori esterni su connettori Binding-post, più uscita per un subwoofer e una cuffia.
La genialità sta nel fatto che è nato soprattutto per essere collegato al PC, al Mac o all'iPod/iPad o memorie su hard disc esterni, così da avere accesso alle librerie musicali in essi contenute.
Quindi basta un cavo USB e tutti i contenuti musicali dei nostri dispositivi verranno trasformati in “qualità da audiofilo”, così da poterli ascoltare sui diffusori, magari della serie TEAC LS-P01 a due vie.
Inoltre dal Gennaio 2012 grazie a un'apposita docking station (MP-H01) sarà possibile controllare il TEAC A-H01 anche da uno smartphone.
Questo nuovo convertitore amplificato TEAC A-H01 implementa la tecnologia B&O ICEpower, proprietaria di Bang&Olusfen, declinazione di una classe di amplificazione detta “Classe D”, a sua volta una delle possibili implementazioni dell'amplificazione di tipo switching.
Questo tipo di amplificazione comporta alcuni vantaggi decisivi rispetto le classi A/B e A, tra cui:
1) Dimensioni ridotte
2) Possibilità di integrare l'alimentazione sulla scheda di amplificazione
3) Altissima efficienza del circuito che scalda poco, così richiede minori esigenze di raffreddamento anche passivo, si evita la presenza di ventilazione forzata; tutto è silenzioso e pesa assai meno (info su ICEPower di B&O: http://www.icepower.bang-olufsen.com/).

TEAC UD-H01 convertitore D/A con USB

Restando in ambito “digital connection”, ecco il nuovissimo convertitore “puro” D/A TEAC UD-H01, come dicevamo della linea Reference 01.
In pratica permette di aggiornare il proprio sistema audio PC/Mac per riprodurre la qualità sonora più elevata oggi.
Così realizza le funzioni che normalmente vengono eseguite da una scheda audio esterna, una sound card di alta qualità. Però in un frame stand alone molto elegante, coordinabile con gli altri apparati della medesima famiglia TEAC Reference 01.
All'interno del TEAC UD-H01 opera un doppio convertitore digitale/analogico basato su un doppio chipset DAC BurrBrown® (Tipo 1795) e una interfaccia audio USB Tenor®.
In soldoni ciò significa prestazioni molto elevate e il segnale digitale in arrivo da un PC/Mac viene convertito in audio analogico Hi-Fi ad alta risoluzione - grazie alla conversione fino a 32 bit a 192 kHz.
Da qui possiamo inviare tale segnale analogico a una coppia di diffusori attivi come i TEAC LS-P01, o comunque modelli della serie TEAC LS-P01 a due vie (o di terze parti, ovviamente); oppure a un amplificatore esterno.
Il TEAC UD-H01 prevede a bordo uscite audio con connessioni bilanciate e sbilanciate oltre a un connettore cuffia e relativo controllo di volume separato.
Per gli ingressi audio si parla di due apposite prese RCA digitali e ingressi ottici per collegare sorgenti come lettori CD o DVD più la USB 2.0.
Il trasferimento dei file audio dal computer avviene via USB 2.0 ad alta velocità in modalità asincrona.
Le frequenze di campionamento supportate sono di 44.1 kHz, 48 kHz, 88.2 kHz, 96 kHz, 176.4 kHz, 192 kHz.

DOWNLOAD IMMAGINI ALTA RISOLUZIONE

Related Articles

Ultimissime di Tutte le Categorie

We strive for accuracy and fairness. If you see something not feeling right please let us know

Siamo molto sensibili ai cookie. We don't track, we don't trace, we don't advertise, and we don't try to get on your nerves. Ma il webmaster dice che per ragioni tecniche ci vuole un cookie per sessione; e l'avvocato dice che per ragioni legali dobbiamo sottolinearlo. Quindi per proseguire è meglio se clickate sul pulsante a destra >>>