Video Professionale

Contro la pirateria AAPA NEL 2022: un anno in review

IPTVpiracyIl 2022 ha visto la ripresa degli incontri e degli eventi in presenza. Il primo incontro di persona AAPA dal gennaio 2020 è stato ospitato da Irdeto a Hoofddorp ed è stato seguito da incontri ospitati da LeakID a Parigi e Sky a West London.

Tra i relatori ospiti figurano l'Osservatorio EUIPO sulle violazioni della proprietà intellettuale; il dipartimento per la criminalità informatica, ministero dell'Interno, Bulgaria; Avia/PAC; PayPal; IFPI; e Cloud Flare.

Anche le conferenze INTERPOL ed Europol IP Crime si sono tenute di persona per la prima volta dal 2020. L'AAPA ha sponsorizzato entrambi gli eventi, molto seguiti.

La conferenza INTERPOL a Seoul è stata preceduta da un seminario sulla pirateria digitale IIPCIC che abbiamo aiutato IIPCIC a pianificare. AAPA ha presentato sessioni sulle app, evidenziando la mancanza di differenze tra app di marca e app generiche e i risultati dello studio sul malware. Alla conferenza AAPA ha preso parte a un panel sul riciclaggio di denaro e sui crimini di proprietà intellettuale e condotto una demo sullo streaming illegale nella regione.

Anche il gruppo consultivo digitale (i-SOP) di INTERPOL Stop Online Piracy si è riunito di persona a Seoul. Ciò ha offerto l'opportunità di scambiare opinioni sulle tendenze della pirateria, sui requisiti di formazione, ecc.

Alla conferenza Europol di Roma, AAPA preso parte e agito in qualità di relatori a un panel ben frequentato sulla pirateria online e il ruolo dei partenariati pubblico-privato nell'applicazione.

Grazie a Europol, questa conferenza ha anche permesso di riprendere di persona la consegna dei premi AAPA. Il vincitore del 5° premio AAPA è stato il dipartimento per la criminalità informatica della direzione bulgara per la lotta alla criminalità organizzata per il ruolo svolto nell'attuazione della priorità EMPACT sulla criminalità legata alla proprietà intellettuale. Il premio è stato consegnato all'ispettore Alexander Velev per il suo lavoro nel guidare l'azione operativa relativa all'IPTV illecita e allo streaming illecito. L'AAPA ha inoltre consegnato riconoscimenti di grande menzione al Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Milano e alla Squadra Reati Informatici della Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Milano, per l'operazione “The Net”, che ha coinvolto oltre 500.000 utenti di un enorme pirata Rete.

L'AAPA ha commissionato due importanti studi che evidenziano la necessità di una continua vigilanza e azione da parte dell'industria e delle forze dell'ordine per reprimere la pirateria.

Il primo studio sul malware (https://www.aapa.eu/study-on-malware-and-audiovisual-piracy-highlights-significant-risks-to-european-consumers) ha identificato rischi significativi per i consumatori europei. I risultati hanno mostrato che entro 71 secondi dal clic su un sito Web pirata un consumatore deve affrontare i rischi di perdita di identità, furto delle credenziali e richieste di riscatto. I rischi di essere infettati da malware sono ancora più elevati per i consumatori che accedono a contenuti piratati tramite app, con una probabilità del 57% che provenga da malware incorporato.

L'altro studio ha esaminato la portata e l'impatto dell'IPTV illegale in Europa (https://www.aapa.eu/illicit-iptv-in-europe-an-aapa-economic-report) . Si trattava di un aggiornamento di uno studio svolto in precedenza per l'EUIPO. Lo studio ha rivelato che oltre 17 milioni di europei (4,5% della popolazione) hanno avuto accesso allo streaming illecito, con un numero relativamente più alto nella fascia di età 16-24 anni. Le entrate generate per i fornitori di servizi pirata sono state di oltre 1,06 miliardi di euro, mentre la potenziale perdita di entrate per i fornitori legali ha superato i 3,21 miliardi di euro.

L'offerta di formazione per le forze dell'ordine ha avuto un ruolo importante. La pietra angolare è stata un evento di formazione in presenza di 2 giorni e mezzo tenutosi a Sofia sotto gli auspici del programma EMPACT. I partecipanti hanno ricevuto una formazione pratica su come combattere la pirateria in streaming. La formazione è stata fornita anche su richiesta della polizia nazionale coreana a Seoul; il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti a Bucarest; e l'USPTO con INTERPOL e CARICOMS alle Barbados.

AAPA ha partecipato anche al comitato consultivo dell'OMPI sull'applicazione e sono stati lieti di presentarsi alla prima riunione dell'OMPI delle associazioni del settore privato.

L'hosting offshore è stato l'argomento della presentazione al Forum sulla governance di Internet delle Nazioni Unite. Altre occasioni per discutere di questo problema si presenteranno nel 2023.

Anche i responsabili politici, i legislatori e le autorità di regolamentazione hanno un ruolo importante da svolgere nella lotta alla pirateria. Ringraziamo il numero crescente di giurisdizioni che hanno reso possibile l'uso di ordini di blocco, tuttavia, come molte parti interessate, AAPA è rimasta profondamente delusa dal fatto che la promessa del Digital Services Act non si sia concretizzata con alcune disposizioni chiave come Know Your Business Customer e i limiti di rimozione rapida per la pirateria degli eventi dal vivo vengono respinti. Ciò è stato aggravato dalla debole risposta della Commissione europea sotto forma di una proposta di raccomandazione alle richieste di legislazione per aiutare a combattere la pirateria degli eventi dal vivo nonostante gli appelli di oltre 110 deputati. La lotta continua!

 

INFO: www.aapa.eu

Related Articles

Ultimissime di Tutte le Categorie

We strive for accuracy and fairness. If you see something not feeling right please let us know

Siamo molto sensibili ai cookie. We don't track, we don't trace, we don't advertise, and we don't try to get on your nerves. Ma il webmaster dice che per ragioni tecniche ci vuole un cookie per sessione; e l'avvocato dice che per ragioni legali dobbiamo sottolinearlo. Quindi per proseguire è meglio se clickate sul pulsante a destra >>>