SVG Europe e Sound Talks 20 luglio: “Il suono del futuro”

SVGSoundTalksIntercomIn un software come servizio (SaaS) non ha molto senso impegnare investimenti massicci in tecnologia e sovraccaricare l'infrastruttura con feature che non vengono quasi mai utilizzate ed esistono solo per quegli scenari “per precauzione” o per gli eventi uno all’anno” che richiedono l'eliminazione di tutte le possibili fermate.

 

Pagare per i posti, per le unità di potenza, per ogni ingresso e uscita o per il numero di percorsi di elaborazione, è determinante e la capacità di ridimensionare le capacità e attribuire costi adeguati e le risorse necessarie per ogni lavoro e ogni trasmissione, è un concetto determinante.

Il più recente evento Sound Talks di SVG Europe non è stato solo un'affascinante ritratto del futuro dell'intercom, ma una visione del possibile futuro dell'audio broadcast in generale. 
Gran parte del discorso riguardava i servizi cloud e i prodotti basati su cloud: un percorso diretto verso un mondo quasi interamente SaaS per il suono in trasmissione.

C'è molto da discutere, molto da elaborare e c'è un'enorme infrastruttura tecnologica legacy che sta ancora pagando da sola. 
Tuttavia, il messaggio è stato più chiaro in questa sessione di quanto penso sia stato in qualsiasi altro incontro di Audio Group finora. Un'esplosione di prodotti basati su cloud e modelli economici SaaS sono proprio dietro l'angolo. Allaccia le cinture.

Ci saranno sicuramente molte più discussioni e molti più aggiornamenti sulle tecnologie cloud e SaaS ai nostri prossimi eventi. 

Per esempio il 20 luglio va segnato nel diario per il prossimo evento SVG Audio Group, dove esamineremo l'importante questione della diversità e dell'inclusione nelle trasmissioni sportive audio - presto ne arriveranno altri.

Dai un'occhiata alla pagina degli eventi SVG Europe Sound Talks per informazioni aggiornate o mettiti in contatto con Paul Mac o Heather McLean.

INFO: LINK