Riparte il campionato Supercoppa di Basket dopo la pausa Covid-19

In campo 3Zero2 con la remote production.

Dopo la lunga e sofferta “pausa pandemia”, 3Zero2 è la prima struttura in Italia a realizzare una produzione televisiva in remote production per una partita di basket, in totale sicurezza, mettendo in campo una squadra ridotta rispetto gli standard produttivi tipici, ma senza sacrificare la qualità e la spettacolarità.

L'incontro Supercoppa al Forum di Milano tra Olimpia Milano e Pallacanestro Cantù dello scorso 4 settembre segna la riapertura della stagione 2020 del Basket italiano. 

 

LBA SupercoppaLa media company italiana 3Zero2, associata al gruppo internazionale Euro Media Group (affiancata in Italia da Global Production, Netco Sports e dallo scorso giugno da 3Zero2 Studios), torna in campo nei palazzetti dello sport, senza la presenza del pubblico e gestisce l'intera produzione degli incontri di basket Supercoppa in remote production.

  

Inizio20

 

Nello sport ma anche nell'entertainment

La scelta non è casuale, infatti l'azienda vanta forte expertise nella remote production che deriva da almeno cinque anni di simili operazioni, soprattutto negli eventi sportivi, ma non solo.

Basta citare i recenti eventi in streaming prodotti per il Sole 24 ore, ma anche la serata di premiazione dei Top Legal Industry Awards, i numerosi virtual open day dell’Istituto Marangoni di Milano, Firenze e Londra, per poter dichiarare che la remote production si è dimostrata un'arma vincente anche in altri settori.

Per esempio, nel caso dei Top Legal Industry Awards, gli invitati, che negli anni precedenti si incontravano in una serata di gala, erano isolati, ciascuno in casa propria e hanno interagito in tempo reale con la regia grazie a una semplice app per smartphone o PC.

Questo ha permesso di realizzare più di 70 collegamenti live dalle abitazioni verso la regia centrale che ha garantito la continuità dalla sede di Cologno Monzese.

Lo studio di 3zero2 è stato allestito con una scenografia creata ad hoc per l’evento, mentre le immagini dei collegamenti sono state fornite al grande ledwall, garantendo una co-presenza virtuale di tutti i partecipanti lontani.

La serata è stata trasmessa live in streaming su una pagina web dedicata e gestita dal team di 3zero2. 

 

basketRemote1 copia Anna Pasculli Sport Production Coordinator di 3Zero2 TV dichiara: 

La scelta produttiva di impostare tutta la produzione televisiva basandosi sulla remote production si è rivelata vincente e più funzionale, rispetto ai tradizionali OB-Van, in questo come in mille altri casi.

I vantaggi sono molti, a partire dalla possibilità di dimensionare le forze produttive esattamente secondo ogni esigenza di ripresa e di budget”.

 

Complessivamente per la stagione 2020-21, tra sport ed entertainment, parliamo di più di 2000 eventi pianificati da realizzare in remote production, gestiti da una telecamera singola fino a un massimo di 8 telecamere. 

Infatti è possibile scalare la remote production per dimensionarla davvero in base all'evento e proporsi a clienti ed eventi di qualsiasi dimensione e impegno, rispondendo comunque con ottima qualità anche dove budget più contenuti tendono a favorire -prima di tutto- il risparmio.

Da sottolineare, poi, che l'accesso contingentato delle persone del team di produzione all'interno dei palazzetti ha consacrato definitivamente questa tipologia di produzione televisiva su cui l'attenzione di molti era già focalizzata per la diffusione sempre maggiore del protocollo IP.

 

Inizio20Anna Pasculli riprende: 

“Non è una scelta operativa dettata esclusivamente dalla necessità di ingaggiare il minor numero di addetti possibile, ma davvero possiamo vantare grande agilità e capacità di essere molto reattivi.

Non a caso in 3Zero2 già da anni realizziamo la produzione di incontri sportivi e programmi di entertainment con le tecniche della remote production e differenti sistemi -scalari- su IP. 

Comincia ora il quarto anno di produzione del campionato di basket, delle partite di Eurocup e di Eurolega giocate in Italia: abbiamo definito con Discovery di produrre molte di queste con apparati “più leggeri”, di solito anche con una media di due o tre partite a giornata, per tv lineare e per OTT.

In pratica mettiamo in campo tecnologie broadcast “sostenute” con la stessa potenza di fuoco degli ob-van, ma impiegando personale “razionalizzato”, ossia contenuto”.

 
BasketRemoteLa Supercoppa, in agilità

3Zero2 invia per ogni produzione mezzi adeguati secondo gli standard produttivi richiesti e nel caso del palazzetto al Forum di Milano sono state ingaggiate 4 telecamere di classe broadcast, seguite da 4 operatori cameramen più un tecnico che si è occupato della gestione dei segnali in situ.

A Cologno, in una delle regie di 3Zero2 TV, il regista era in collegamento bidirezionale con i cameramen grazie a fibre ottiche, così da poter impartire ordini per le inquadrature, proprio come se fosse fisicamente in loco nel tipico OB-Van.

L'incontro è andato in onda sulla piattaforma OTT Eurosport Player che permette la visione on demand, grazie agli abbonamenti.

La grafica è stata realizzata on site, grazie alla fattiva collaborazione di Netco Sports.

Il commento giornalistico è stato realizzato negli appositi booth audio delle facility produttive di 3Zero2 TV.

Anche questa scelta tende a rendere più snella tutta la produzione che per tre ore di live ne richiede solo un paio per l'allestimento, prima dell'evento.

###

©robertolandini presspool.it EMG