 PressPool ufficio stampa digitale

Coppa del Mondo di Bob 2018/19, trentacinquesima edizione

La Coppa del Mondo di Bob 2018/19, trentacinquesima edizione della manifestazione organizzata dalla Federazione Internazionale di Bob e Skeleton, è iniziata il 7 dicembre 2018 a Sigulda, in Lettonia.
L'ultima prova che chiude il campionato è del 24 febbraio 2019 a Calgary, in Canada.
Il programma ufficiale ha previsto ventiquattro gare: sedici per gli uomini e otto per le donne.


Fabio Bertini Managing Director di NEP Italia ci spiega: "Abbiamo seguito già sei date ed è il quinto anno di fila che siamo incaricati della produzione televisiva di questa competizione. Nei precedenti 4 anni eravamo in forze come Telerecord e ora il nostro impegno è anche maggiore come Nep Italy.
Infatti, l'acquisizione da parte di NEP di Telerecord ci ha permesso di estendere il nostro impegno seguendo anche le competizioni che si svolgono negli Stati Uniti e Canada.
"L'ultima competizione si è svolta a St.Moritz dove Nep Italia ha schierato 33 telecamere asservite all'Unità mobile 26 da 45v tonnellate.
É uno dei nostri mezzi di punta, lungo 16,50 m. largo 5,35 e in questa occasione ha saputo gestire 33 telecamere, in gran parte Sony High Definition HDC1500/HDC2500 /HDC.
La Unità 26 ha un cuore molto tecnologico che al suo interno prevede una sezione Vision-Slomo, una grossa matrice di Imagine Communication IP 3 3G/HD/SD Multiformat 354×560 con Patch della Argosy 896 Patch Points, e apparati di Video-Testing Leitch VTM 450 HD waveform-vector.
Monitorwall Visio sono 7 Ikegami da 17", 7 Vutrix da 19 Quad Split", e 7 x Vutrix dual 9". Per lo Slowmotion sono impiegati 12 x Vutrix 24″ Quad Split.
Per la sezione registrazione Rec/Play ci sono a bordo 8x XDCam 1500, 8xEVS XT3 HD, 5xDVD recorder.
I Framestore sono 16x di Imagine Comm, e 6x For-A 9500.
Pe la Distribuzione /Up-Down Conversion contiamo su 10 Imagine Commnication selenio xConv, 10 Aja Downconversion.
L'area di produzione, Production Area 1, si basa su uno Switcher Sony MVS 8000X Multiformato HD/3G/4K, 8 ME (1080i), 4 DME, 84 input , 24 output, 8 format converter, color correction, cliprecorder.
Poi il Monitorwall con 21 Vutrix 24" Quad split, 3 Vutrix 17" Quad Split e Undermonitor TSL Tallyman TM2 plus
La seconda area produttiva, Production Area 2, prevede 10 Vutrix 24" Quad split, MVS 8000X satellite ME.
L'aurea grafica vede 8 Vutrix 19" Quad split.
Per la regia Audio abbiamo adottato un Mixer Calrec Artemis Beam, 340 canali, 64 tracce, 32 Aux, 48 Grouppi 16 Mains, ed appositi stage boxe esterni in fibra.
Completano la dotazione la matrice Audio e a connettività Madi IP3 192×192, 120×120 Aes.
Per il Backup audio il Mixer è Yamaha 01v96, poi a bordo, tra gli altri, ci sono apparati Dolby 2x DP571, 2xDP572, 1xDP570, Monitoring di Videotek ASM100, Dolby LM 100, 6x monitoring speaker, registrazione e Play su CD, Compact Flash, Hard Disk, oltre a Monitorwall 4 x Vutrix 17" Quad split, Intercom serie Clear-com / Eclipse 112 ch, ISDN/PSTN 2x Glensound GS1U050, due box commentatori Glensound GDC-6432, due sistemi wireless Motorola GM360, 10x GP340.
Questo grande truck ha seguito tutte le prove a parte Sigulda dove è stata utilizzata l'Unità 24.
Bradley è il marchio che abbiamo scelto per le 16 "piccole" telecamere HD POV (point of view), che vengono gestite da remoto nelle sole funzioni di zoom e fuoco. Sono letteralmente disseminate nei punti salienti della pista.
Una persona in regia è dedicata a seguire queste telecamere che fanno capo a un apposito pannello di controllo.
Altre due camere Sony P1 sono posizionate lungo il percorso e applicate a teste remote Scorpio della spagnola della spagnola Service Vision.
Possiamo controllare in remoto le teste Micro Scorpio fino a 500 metri via by cavi RS485 o anche in microonde wireless half-duplex a 2,4Hz.
Nelle riprese delle gare di bob noi portiamo sempre da un minimo di 30 telecamere a salire per seguire la pista che è di solito lunga circa mille, mille e trecento metri.
Nel camera setup è presente anche una Imovix X10 UHD che consideriamo un riferimento per le riprese Super Slow Motion (SSM) e Ultra Slow Motion (USM) che possiamo realizzare in HD o in 4K.
Per le riprese ad alta velocità utilizziamo anche una Sony 4300 che realizza riprese in 6/8x.
I cameramen disseminati sulla pista sono 14 e molte di queste telecamere sono operate a spalla, due sono collocate in partenza, due in arrivo, e altre su alcuni punti "importanti" della gara.
Il passaggio dei bob è velocissimo e quindi impone la presenza di un operatore che segua il movimento. Le ottiche impiegate sono in genere piuttosto standard a parte due che sono ottiche lunghe di Fujinon e Canon montate su tripodi Vinten e Cantoni.
Sui bob sono installate delle piccole telecamere che sono però sono utilizzate solo per realizzare piccole intersigle e montati successivi, ma non interessano la trasmissione della gara in diretta.
Il committente è Infront e Nep Italia realizza il feed in qualità di host broadcaster.
Anche l'audio è importante ed infatti lungo la pista sono collocati addirittura una quarantina di microfoni in configurazione cardioide, fucili e mezzi fucili, a seguire il movimento dei bob e la diffusione finale è effettuata in stereo.
Il tempo di ingaggio totale della troupe per la produzione di ogni evento come questo è di una settimana, dove la gara in sé occupa tre giorni; tre giorni sono spesi per il cablaggio e l'installazione e uno di trasferimento fino alla località.
Per trasferire i segnali audio video e dati sono impiegate fibre ottiche e l'alimentazione delle telecamere rappresenta una problematica da non sottovalutare.
Due persone sono asservite ai tre EVS a bordo (6x, 8x, 12X) e le riprese rallentate, mentre la camera I-Movix è posta ad inizio gara, in partenza o appena dopo.
La telecamera Sony 4300 che realizza riprese rallentate 8X è posizionata sulla curva più importante, strategica, che di solito è a metà percorso, come a St.Moritz.
Su alcune altre piste questa curva viene seguita con due camere, una che riprende gli atleti in ingresso e una che li descrive in uscita.
La grafica viene realizzata dalla società olandese Swiss Timing, mentre la Creativ Animals compie i montaggi necessari e realizza gli high-light, tutto derivando le immagini dagli EVS per una delivery sulla trasmissione e verso la Federazione.
Il totale delle persone coinvolte è di circa trenta e tutti devono avere conoscenze ferrate perché, ovviamente, l'ambiente è ostile, con ghiaccio, neve e temperature molto basse.
I feed di immagini creati sono tre, per la trasmissione, uno è il clean feed senza grafica.
Come da strategia operativa NEP Mondo, le strutture tecniche sono quelle residenti della nazione dove si svolge l'evento, ma il personale tecnico e creativo viene dalla nazione che ha preso la commessa, in questo caso l'Italia.
Quindi in occasione di St.Moritz tutto il team e i mezzi erano italiani. Nelle edizioni di Lake Placid e Calgary in Canada Nep Italia fornisce il personale tecnico e creativo, mentre le strutture tecniche sono indigene (a parte due camere e due teste remotate Micro Scorpio)."

###

 

PressPool

PressPool Abroad

PressPool Abroad

OUR MAIN COURSES (FOR INTERNATIONAL CUSTOMERS): PressPool Press office "main courses" (for international customers) are: * Creating press releases and case studies on target * Create and populate international websites * Web videos, pure...

Adsense XP

  PressPool p.iva 03912510967