 PressPool ufficio stampa digitale

Come le Olimpiadi trainano l'innovazione in TV

L'HDR+ visto con gli occhi di Ericsson (Dr. Giles Wilson, CTO SA TV & Media, Ericsson)

[In uscita su Millecanali Ed Tecniche Nuove, diritti riservati]

Questa estate la tv fornirà ricordi indimenticabili sicuramente destinati a rimanere per le generazioni a venire. Nel mondo delle trasmissioni sportive in tv, il campionato di calcio Europeo UEFA, il centenario di football Coppa America, il ciclismo del Tour de France, il tennis con Wimbledon e gli US Open, l'Open Championship, il PGA Championship, il golf della Ryder Cup e, naturalmente, i Giochi olimpici estivi e Paralimpici, sono il sogno di moltissimi telespettatori.


Questi eventi live rappresentano alcuni dei contenuti più importanti che i fornitori di servizi TV e le emittenti produrranno quest'anno, e proporranno a consumatori che richiedono contenuti attraverso una pletora di dispositivi e luoghi diversi, piattaforme, formati e in qualsiasi momento.
Rio 2016 sarà anche una pietra miliare nella storia della televisione, dato che un numero senza precedenti di spettatori guarderà i contenuti su Internet, evitando quello che era un tempo il più lineare degli eventi televisivi.
Molto semplicemente, le Olimpiadi rappresentano un fattore chiave nell'adozione di nuove tecnologie, visto che i consumatori cercano una combinazione di alta qualità e convenienza nella loro esperienza di visione.
La ricerca "2015 Ericsson ConsumerLab TV e Media" evidenzia che il 26 per cento dei consumatori considera la qualità dell'UHDTV una caratteristica della TV e dei media per cui vale la pena pagare.

Questo dato sicuramente aumenterà
Visti gli enormi volumi di schermi LED in produzione per smartphone e i moderni apparecchi TV, il calo corrispondente di prezzo dei modelli con risoluzione superiore significa che nei soli Stati Uniti, 1 casa su 8 possederà un tv in Ultra High Definition (UHD) entro la fine del 2016. Questi dati sono resi pubblici dalla società di analisi Strategy Analytics.
In effetti l'UHD è un forte traino per un insieme di tecnologie correlate che, quando utilizzate assieme, sono determinanti per migliorare l'esperienza di visualizzazione. Lo sport in particolare è in grado di evidenziare alcuni di questi miglioramenti in modo più vivido.
Il primo avanzamento evidente è l'aumento delle informazioni visualizzate nel salto dalla corrente risoluzione ad alta definizione (HD) di 1920 per 1080 a risoluzioni UHD di almeno 3840, utilizzando la scansione progressiva da un minimo di 50 fotogrammi al secondo. Questo è spesso descritto come la prima fase dell'UHD.
Eppure, a fianco all'aumento della densità dell'immagine, l'UHD significa anche un aggiornamento da 8 bit a 10 bit di campionamento o potenzialmente superiori. Questa passaggio al 10 bit è già stato adottato in parte nel viaggio dalla definizione standard (SD) all' HD, ma sarà essenziale per l'UHD per evitare effetti di striature e trascinamenti nell'immagine.
Un'altra area di progresso è del frame rate. Nelle veloci scene sportive in movimento come il calcio e l'automobilismo, i 24/25 fotogrammi al secondo utilizzati nei telegiornali e nella fiction non sono ottimali. Frame rate bassi e tempi di posa veloci possono portare al motion blur e a vibrazioni dell'immagine e quindi a una esperienza di visione non adeguata che non è mitigata semplicemente basandosi sulla maggiore densità dell'immagine offerta dall'UHD.

HDR e HDR +
Con l'avvicinarsi delle Olimpiadi, gli appassionati di sport vogliono cercare di ricreare e migliorare a casa l'esperienza dello stadio. Con questo in mente, l'High Dynamic Range (HDR), può essere importante quanto un aumento "grezzo" della densità dell'immagine. L'HDR fornisce livelli di contrasto superiori a quelli disponibili con sistemi di TV convenzionali, che il sistema visivo umano interpreta come una maggiore nitidezza e risoluzione.
Questo viene fatto mantenendo il livello del nero basso e consentendo l'impiego di elevati livelli di bianco di picco. Il risultato è quello di poter vedere più dettagli nelle aree scure e in contemporanea maggiori dettagli nelle zone luminose sicuramente superiori a quelli disponibili con un sistema di TV convenzionale.
Accanto all'HDR e alla profondità di campionamento a 10 bit, la tecnologia Wide Color Gamut (WCG) ha lo scopo di rendere i colori più realistici ampliandone la gamma per riuscire a includere più sfumature all'interno dello spettro visibile.
Ericsson oggi si riferisce a quanto appena detto con "HDR +" perché la combinazione di questi tre fattori si unisce in una singola tecnologia che può davvero costituire una user experience indimenticabile per lo spettatore.
In definitiva, l'importanza di queste tecnologie nel costituire la differenza di visione è un vero valore aggiunto per il consumatore.
Per esempio, se ci si siede a una distanza superiore di una volta e mezza o due la dimensione dello schermo 4K, le immagini appariranno come se fossero ancora in HD.
Con l'HDR +, è possibile riconoscere la qualità anche dall'altra parte della stanza!
Tutti questi miglioramenti tecnici sono al di là di elementi solo teorici o da laboratorio: sono sviluppati e già disponibili come soluzioni implementate e commercializzate in vari segmenti del flusso di lavoro e di produzione.
E dal lato dei contenuti, il costo che decresce rapidamente di telecamere 4K e di strumenti di creazione media, consente la fornitura end-to-end di flussi di lavoro 4K. Tutto ciò sta entrando nel mercato rapidamente sia per i produttori di contenuti sia per gli acquirenti che stanno accettando il concetto che la transizione verso l'UHD è, in molti modi, inevitabile.

Un ostacolo chiave che è vitale per ottenere l'accettazione generale del settore è decidere una serie di norme che aiuteranno le organizzazioni a lavorare meglio -insieme- durante la transizione. Uno di questi gruppi è l'Ultra HD Forum, che si impegna a stimolare l'adozione dell'UHD e dell'Enhanced HD da parte dei consumatori, agevolando la disponibilità di contenuti rilevanti in arrivo da molte fonti e la distribuzione attraverso tutti gli attuali ed emergenti percorsi di delivery ai consumatori.
Opera anche nel coordinamento con organismi di normalizzazione come MPEG, DVB, ATSC, SCTE, ARIB e SMPTE, contribuendo a creare le "best practice" che le emittenti possano mettere in pratica per riuscire a fornire questi servizi HDR futuri.
L'ultimo punto è fondamentale: affinché l'HDR abbia successo, c'è bisogno di qualcosa di più di una semplice esperienza visiva. Gli operatori di settore hanno bisogno di esaminare il ritorno sugli investimenti in tutto il passaggio all'HDR e lo sport ancora una volta è la zona dove questa tecnologia sta cominciando a essere testata.
Con l'avvicinarsi delle Olimpiadi, è fondamentale che il settore broadcast offra un'esperienza di visione davvero avanzata che fornisca immagini veloci, affidabili, altamente di qualità e con soluzione di continuità. Con il lancio della prossima evoluzione di servizi televisivi, dobbiamo concentrarci sulla esperienza immersiva e garantire che lo spettatore si senta sempre più vicino al contenuto sullo schermo. I contenuti sportivi permettono all'industria della TV e dei media di illustrare il valore indubbio dell'UHD, che a sua volta attirerà gli appassionati in grado di spendere per contenuti di alta qualità.

Dida
La ricerca "2015 Ericsson ConsumerLab TV e Media" evidenzia che il 26 per cento dei consumatori considera la qualità dell'UHDTV una caratteristica della TV e dei media per cui vale la pena pagare.

Dida
L'UHD è un forte traino per un insieme di tecnologie correlate che, quando utilizzate assieme, sono determinanti per migliorare l'esperienza di visualizzazione. Lo sport in particolare è in grado di evidenziare alcuni di questi miglioramenti in modo più vivido.

Dida
L'High Dynamic Range (HDR) fornisce livelli di contrasto superiori a quelli disponibili con sistemi di TV convenzionali: il livello del nero viene mantenuto basso e si impiegano elevati livelli di bianco di picco. Sempre a sostegno del 4K si affiancano la profondità di campionamento a 10 bit, la tecnologia Wide Color Gamut (WCG) che rende i colori più realistici. Ericsson oggi si riferisce a tutto ciò con l'acronimo "HDR +".

PressPool

PressPool Abroad

PressPool Abroad

OUR MAIN COURSES (FOR INTERNATIONAL CUSTOMERS): PressPool Press office "main courses" (for international customers) are: * Creating press releases and case studies on target * Create and populate international websites * Web videos, pure...

PressPool Abroad

PressPool Abroad

OUR MAIN COURSES (FOR INTERNATIONAL CUSTOMERS): PressPool Press office "main courses" (for international customers) are: * Creating press releases and case studies on target * Create and populate international websites * Web videos, pure...

  PressPool p.iva 03912510967