• Presspool.it
    UfficioStampa in Pixel
    multi platform contents
  • Presspool.it
    PressOffice in Pixel
    case studies, press releases, comunicati stampa, news stories
  • Presspool.it
    UfficioStampa in Pixel
    articoli, interviste, video, socialing
  • Presspool.it
    UfficioStampa in Pixel
    digital reputation, awareness, return on relation RoR
  • Techwise PressOffice
    Presspool.it

Come le cose sono cambiate a livello di regia e di linguaggio audiovisivo in 26 anni di regie televisive 

GiorgioGalli1Racconta Giorgio Galli. “Il regista del calcio deve amarlo e conoscerlo profondamente” Parte UNO.

Iniziando a vent’anni con la miglior palestra, una TV locale di Reggio Emilia, e inserito da subito nella squadra sport come cameraman, Giorgio Galli passava subito alla regia, grazie al responsabile dello sport di allora Franco Tosi.

A metà anni 90 segnalato da Lorenzo Dallari a Danilo Zanon responsabile dei registi di Tele+, iniziava con la regia della Serie A, addirittura firmando la prima in assoluto di D+ anticipo Bologna Lazio, la prima in assoluto della pay-TV in Italia.

L'anno seguente chiamato a Mediaset da Popi Bonnici come suo regista replay sulla Champions, firmava anche alcune partite come regista, nel 2001 con lui alla regia internazionale; e poi la regia replay della finale di Champions, a Milano, Bayern Valencia.

Intanto nel 1999 veniva chiamato da Angelo Carosi a Stream che, in seguito alla fusione con Tele+, ad inizio anni 2000 diventava Sky.

E da lì quasi un ventennio, con partite di serie A e tanti altri eventi, tra i quali la regia nazionale della finale di champions del 2009 a Roma, Barcellona Manchester United con Angelo Carosi alla regia internazionale. 
Nel 2015, con una svolta molto importante, la Lega Serie A iniziava a produrre le partite e a capo del progetto e del team di regia c'era Popi Bonnici, che chiamando Giorgio Galli gli affidava i top match. 

Nel frattempo Mediaset aveva ripreso i diritti della Champions, affidandola a Galli per tutto il triennio, in segno di grande fiducia e promuovendolo a capo del progetto di regia e della regia internazionale stessa in occasione della finale del 2016, a Milano tra Atletico e Real Madrid.

Sono momenti prestigiosi che il regista televisivo Giorgio Galli vanta nel suo curriculum e gli permettono di testimoniare le evoluzioni più importanti a livello tecnologico e di regia.


GiorgioGalli3Qualche aneddoto: cosa ho imparato lungo il lavoro

“In questo lungo arco di tempo, - dice Giorgio Galli- ”la tecnologia e l’impostazione del lavoro di regia televisiva sono cambiati in modo importante, da un segnale analogico in SD si è arrivati a un segnale digitale in HD e dal formato 4:3 al 16:9 rendendo più panoramico il taglio delle camere larghe e poi in UHD.

In generale è giusto sottolineare che tutto il team tecnico italiano, compresi cameramen e addetti al replay, è cresciuto moltissimo negli ultimi 5/6 anni, anche grazie alla Lega Serie A che se ne occupa direttamente e non è un caso che lo staff italiano sia stato ingaggiato per gli Europei 2020.

Tra questi mi sento di ringraziare in modo particolare due professionisti che hanno lavorato in simbiosi al mio fianco in mille eventi, Stefano Schiavinato alla regia dei replay e Silvano Casiraghi, al mixer video”. 


Linguaggio e definizione

“Il linguaggio televisivo, in pratica, non ha subito delle modifiche sostanziali, anche se le telecamere che compiono inquadrature più ampie possono permettersi dei campi ancora più larghi perché la definizione aumentata consente una qualità d’immagine decisamente migliore. 
Oggi, con l’UHD, addirittura, la definizione è talmente alta che non ci sono più problemi di “lettura” dell’immagine.

I cameramen in passato lavoravano quasi sempre con telecamere a bordo campo poste su cavalletti, mentre dalla metà degli anni 90 la maggior parte opera su “piattine”, ossia delle pedane dove l’operatore è seduto e realizza i movimenti di panoramica praticamente con l’aiuto delle gambe. 
Il punto di ripresa risulta più basso e più dinamico, con una visuale migliore.”


La visione spettacolare

“É interessante notare come in Italia sia la televisione ad adeguarsi allo stadio, mentre in altre nazioni come l’Inghilterra, spesso sono gli stadi ad adeguarsi alla televisione, ossia non è insolito che strutture sportive siano realizzate apposta per agevolare le riprese televisive, per esempio col campo di gioco rialzato di 70 cm rispetto le postazioni delle panchine, dei fotografi e delle telecamere a bordo campo.

Così, soprattutto nelle camere retroporta, si realizza una ripresa in cui l’ottica è quasi all’altezza del terreno, producendo replay molto più spettacolari.” 

 

GiorgioGalli5Saper “leggere” la partita

“Anche la tecnologia di ripresa applicata alle telecamere è cambiata molto dagli anni 90 e oggi si impiegano anche telecamere in super slow motion che riescono a proporre riprese a 75 fotogrammi al secondo invece dei nominali 25. 

Questo permette di proporre momenti di replay assai più fluidi e spettacolari e in alcuni casi con la Ultra Emotion possiamo lavorare con 300/400/500 fotogrammi in base all’illuminazione disponibile nello stadio, con una nitidezza risultante impressionante, in cui si riesce a cogliere persino la gocciolina di sudore che cade dalla fronte del giocatore.

Qui entra in gioco il feeling indispensabile che si instaura tra il regista host broadcaster e il regista/operatore dei replay, dato che gli inserti in slow motion sono molto spettacolari ma “rubano” parecchi secondi. 

Spesso in questi anni ho lavorato in perfetta sintonia con Stefano Schiavinato che ha curato anche la regia dei replay per UEFA 2020.”

 

SchiavinatoGalliStefano Schiavinato alla regia dei replay racconta:

Nalla gestione dei replay le macchine del passato, registravano in lineare su nastro magnetico Betacam e dovevano essere staccare dalla registrazione continua delle telecamere assegnate, nel momento in cui le chiamavi per un replay. 
Era d’obbligo fermarle il meno possibile e stare molto attenti per non perdere momenti importanti (soprattutto nelle macchine dedicate al fuori gioco). 
Oggi tutte le sorgenti dei replay sono in digitale e basta assegnare una clip a ciò che serve in partita per richiamarla col replay: bastano un paio di secondi.

Si tratta di una gestione dal punto di vista autoriale molto diversa perché in fase di regia oggi sai che hai sempre disponibile tutto e non ti perdi mai nulla.
È comunque indispensabile stare molto attento a non perdere momenti importanti dell’azione live e riproporre i replay solo in frangenti particolari, come pause più lunghe, un giocatore che si fa male, o quando la squadra che vince deve fare una rimessa dal fondo, un calcio d’angolo, o una rimessa laterale.

In pratica, nel calcio, a differenza di altri sport dove le pause sono ben definite (pugilato, basket, palla volo dove è l’arbitro che fa ripartire il gioco), nel calcio il gioco riprende senza il fischio dell’arbitro obbligando a un livello di attenzione molto elevato.”

Goal o non goal?

“Un altro grosso cambiamento nel calcio”, riprende Giorgio Galli, “parte dall’inserimento della Goal Line Technology dove l’Italia è stata una delle prime nazioni a dotarsene.

“Ricordo un ex calciatore della Fiorentina che giocava nella Roma e un colpo di testa in cui la palla venne parata sulla linea di porta, forse dentro, forse fuori. Dalle immagini -anche con le telecamere in linea- si fece fatica a capire se fosse goal o meno. 
Mentre l’Udinese stava già sperimentando un sistema in stile “goal line”, l’azienda inglese HawkEye lanciava la tecnologia GLT che da lì è stata adottata universalmente.

Diverse telecamere fisse, oltre una decina, posizionate in alto nei diversi settori dello stadio, sono puntate verso la porta e almeno due devono riuscire a vedere la situazione della linea di porta. 
Sono parecchie per restituire tutte le possibili prospettive, connesse a un sistema computerizzato che elabora e interpreta le immagini.
L’arbitro indossa al polso un dispositivo che suona e si accende quando la palla supera per intero la linea di porta.

Lo stesso segnale della goal line arriva al mixer così il regista può mandare in onda proprio quello che l’arbitro sta visualizzando e valutando”.


GiorgioGalli7Spettacolarità e punti di vista

“La tecnica è stata migliorata ancora implementando il posizionamento delle telecamere con molti più punti di visuale. 

Nel 96 quando ho iniziato con Telepiù le riprese erano fatte con sei telecamere, la principale, quella per inquadrature strette a fianco, due a bordo campo sulle piattine a venti metri sul fronte di ripresa, due retroporta, più due microcamere fisse interne nella rete, puntate all’incrocio dei pali. 
Oggi in uno standard Serie A a livello basso i punti di ripresa sono almeno 12/13 e nei big match si arriva a 18/20 telecamere.

L’azione live essenzialmente viene ripresa con 3 telecamere che diventano 5 se hai a disposizione due steadycam (la main, due closeup nell’”uno-contro-uno”, la tre piattina e le due steady, una a destra e una a sinistra). 
Le altre telecamere in campo sono essenzialmente “di contorno” e le uso sui primi piani, sui replay, sul fuorigioco e per bilanciare le inquadrature.”

###

2021©presspool.it roberto landini 

Fine parte UNO

Link alla seconda parte dell'intervista

- Broadcast Radio & TV -

SMPTE+ evento online sull'implementazione...

SMPTE+ evento online sull'implementazione...

"IP Facilities — The Big Picture", presentato dalla Joint Taskforce on Networked Media e fornito tramite...

| In Associazioni-Fiere| 16 Settembre, 2021
LynTec sistemi di controllo per...

LynTec sistemi di controllo per...

LynTec, produttore di soluzioni innovative di controllo dell'energia elettrica per sistemi audio, video...

| In Lighting-Projection| 16 Settembre, 2021
“Non puoi usare quello che non...

“Non puoi usare quello che non...

Arkki Evo di Media Power, DAM e MAM compartimentale che risolve la gestione delle risorse digitali. Arkki...

| In Acquisizione-Produzione| 15 Settembre, 2021

- Audio Pro -

Neumann subwoofer KH 750 AES67: una...

Neumann subwoofer KH 750 AES67: una...

Il KH 750 AES67 è un subwoofer attivo chiuso compatto con interfaccia AES67. Questa variante di prodotto...

| In Audio-Professionale| 04 Settembre, 2021
Bitmovin, “Utilizzo dell'audio...

Bitmovin, “Utilizzo dell'audio...

James Konik di Bitmovin descrive l’esperienza dell’audio spaziale. Indeciso se essere un...

| In Audio-Professionale| 22 Agosto, 2021
ASI Audio IEM monitoring per chi...

ASI Audio IEM monitoring per chi...

ASI Audio x Sensaphonics sta ora distribuendo la versione aggiornata del suo sistema di punta 3DME Music...

| In Audio-Professionale| 17 Agosto, 2021

- Post & Graphics -

ProMax: hardware e software di...

ProMax: hardware e software di...

I team di produzione video hanno bisogno di un facile accesso ai loro file multimediali per collaborare...

| In Post & Graphics| 24 Agosto, 2021
SMPTE produzione virtuale sul set, Rapid...

SMPTE produzione virtuale sul set, Rapid...

Un webcast del 29 giugno scorso ha dimostrato come il modello RIS SMPTE affronta le sfide del...

| In Post & Graphics| 20 Agosto, 2021
RTVE sceglie Flowics per massimizzare...

RTVE sceglie Flowics per massimizzare...

Flowics, piattaforma completa per la produzione remota e in studio di grafica dal vivo e contenuti interattivi,...

| In Post & Graphics| 06 Agosto, 2021

- World News -

LAWO firma Studio Project in Russia...

LAWO firma Studio Project in Russia...

Il centro tv TVC di Mosca della quarta rete più seguita in Russia abbraccia la tecnologia IP di LAWO...

| In World-News| 13 Settembre, 2021
Barco Serie 4 e Cinionic: next-generation...

Barco Serie 4 e Cinionic: next-generation...

I proiettori laser Barco Serie 4 di nuova generazione sostituiscono i modelli di proiettori Barco Xenon,...

| In Cinema-DI| 16 Agosto, 2021
FilmLight e i Color Awards globali: aperte...

FilmLight e i Color Awards globali: aperte...

FilmLight, nome importante nella tecnologia di gestione del colore, ha lanciato da un paio...

| In Cinema-DI| 28 Luglio, 2021

- SVG Europe -

Eurovision Services e la remote...

Eurovision Services e la remote...

Effettuato con successo un test di produzione remota basata su cloud in occasione di un evento della...

| In Svg-Europe| 04 Agosto, 2021
SVG Back in the game, 28 luglio,...

SVG Back in the game, 28 luglio,...

Il 28 luglio SVG Europe ospita il suo primo evento di persona dell'anno con Back in the Game, un...

| In Svg-Europe| 07 Luglio, 2021
SVG Europe e Sound Talks 20 luglio:...

SVG Europe e Sound Talks 20 luglio:...

In un software come servizio (SaaS) non ha molto senso impegnare investimenti massicci...

| In Svg-Europe| 16 Giugno, 2021

- Video Professionale -

SMPTE+ evento online sull'implementazione...

SMPTE+ evento online sull'implementazione...

"IP Facilities — The Big Picture", presentato dalla Joint Taskforce on Networked Media e fornito tramite...

| In Associazioni-Fiere| 16 Settembre, 2021
Blustream presenta il set di estensione...

Blustream presenta il set di estensione...

Per le installazioni che richiedono la massima qualità video possibile, l'HEX18G-KIT offre 4K 60Hz 4:4:4...

| In Video-Professionale| 15 Settembre, 2021
AIMS pubblica risorse educative...

AIMS pubblica risorse educative...

L'Alliance for IP Media Solutions (AIMS) ha pubblicato questo mese una serie di risorse educative gratuite...

| In Associazioni-Fiere| 04 Settembre, 2021

- Tecnologie Innovative -

TAG la guida OTT da scaricare

TAG la guida OTT da scaricare

Come tutte le trasformazioni, il passaggio all'IP è arrivato da molto tempo. E per una buona ragione. Fino...

| In Tecnologie-Innovative| 15 Settembre, 2021
Data Direct Network: cinque ottimi...

Data Direct Network: cinque ottimi...

La memoria Non-Volatile Express (NVMeTM) offre l'opportunità unica di ottenere prestazioni flash native...

| In Tecnologie-Innovative| 10 Settembre, 2021
Bitmovin: Applicazione delle API...

Bitmovin: Applicazione delle API...

Il lettore video modulare di Bitmovin è disponibile per quasi tutti i dispositivi, piattaforme e implementazioni. Poiché...

| In Tecnologie-Innovative| 28 Luglio, 2021

Presspool.it Ufficio Stampa in Pixel

Dicono di noi
Special Mention
applausi
Progetto & Contenuti
Project & Contents
Video
Link ai filmati
LINKED-IN e Soci(al)
I link ai social network
Contatti - Contacts
www.presspool.it

Latest News - Ultimissime (2)

News Alert

Copyright © Roberto Landini PressPool.it 2000-2021. PIIT‭039 12510967. All rights reserved. We strive for accuracy and fairness. If you see something that doesn't look right, contact us: info [At] presspool. it