Le migliori soluzioni per preservare il calcio come bene comune

Global Production e Netco Sports alla ripartenza della Coppa Italia  

18 Giugno 2020 

L'attesa ripartenza del “sospeso-per-pandemia” campionato calcistico di Coppa Italia 2020 ha visto come protagonista l'azienda service televisivo Global Production impegnata nelle riprese a Torino il 12 Giugno. 

La prima partita della ripartenza, prima semi-finale di ritorno Juve-Milan è andata in onda in HD su Rai 4K, al numero 210 della piattaforma satellitare gratuita di Tivusat, lo stesso canale che ha irradiato in 4K UHD la finale di Roma del 17 giugno, tra le squadre Juventus e Napoli, anch'essa appannaggio della Global Production (EMG).

Assieme alla Global, un'altra azienda italiana del gruppo paneuropeo Euro Media Group, Netco Sports (la terza è 3Zero2TV), era coinvolta in questo stesso evento, in qualità di fornitore di tutta la dimensione grafica in 4K UHD, e della virtualizzazione del pubblico, della reportistica, l'elaborazione dati e le statistiche.

Parallelamente alla produzione 4K UHD, in simulcast, è stata realizzata una seconda produzione, totalmente svincolata dall’altra, in HD 1080i, dove la virtualizzazione degli spalti è stata realizzata usando un sistema Vizrt.

La finale di Coppa Italia, a tutti gli effetti, è servita per effettuare un importante test di virtualizzazione, in ottica futura, per Lega, Infront e EMG.

 

“Negli anni passati siamo stati obbligati a realizzare mezzi mobili molto grandi per poter alloggiare contemporaneamente sullo stesso veicolo sia la produzione host sia l'integrazione (in Italia tipicamente Sky e Dazn) al fine di ottimizzare il prodotto televisivo”, rispondendo ad una specifica esigenza dei produttori, che in questo modo riescono a contenere di fatto i costi della produzione, a beneficio loro e dei loro clienti,” dice Davide Furlan co-CEO di Global Production.

“Gli investimenti per la realizzazione di mezzi enormi hanno permesso l’adattamento alla situazione imponderabile di oggi, infatti, per rispondere ai requisiti minimi del distanziamento tra gli operatori a bordo, voluto come profilassi contro il contagio da Covid-19, abbiamo portato in campo l'OB8, uno dei mezzi mobili più grandi d’Europa.

Questo ci ha permesso di gestire aree dedicate e spaziate alla corretta distanza, così come indicato dai protocolli dell'Istituto Superiore della Sanità, il Ministero della Salute e riportati dalle linee guida della Lega Serie A”.

 

Il nuovo lay-out dei mezzi mobili va a identificare le posizioni lavorative interne, rispettando le richieste dei capitolati che abbassano gli standard produttivi (da A e B di ieri, a quelli C e D di ora) che prevedono la presenza a bordo di un numero minore di tecnici di produzione, precisamente 14/15, che diventano 16 solo negli eventi con riprese in 4K UHD HDR, con la presenza del Master Control HDR.

Sul campo a Torino le riprese sono state effettuate da dodici telecamere e a bordo 5 tecnici RVM si sono occupati di replay, highlight e contenuti ACC: tutte le telecamere potevano proporre feed in slowmotion e due in super slowmotion.

L'impiego di un mezzo mobile da 18 metri, l’OB8, che garantisce un'ottima spaziatura tra i professionisti a bordo, consente anche di evitare l'impiego di ulteriori barriere in plexiglass che diventano altri materiali da pulire e sanificare.

La forte collaborazione, che è sempre esistita - ma per combattere la pandemia si è fatta ancora più stretta - tra SKY, Juventus in qualità di club che si auto-produce, e Global Production come service tecnico, ha permesso di concretizzare una sorta di decalogo che decide e definisce una serie di punti cruciali di comportamento e di attenzione da attuare alla ripresa del calcio, nel nome della salute di tutti e della preservazione del bene di tutti, il lavoro.

Ovviamente ciò è avvenuto nel totale rispetto delle “Indicazioni generali per la pianificazione, organizzazione e gestione delle gare di calcio professionistico in modalità “a porte chiuse”, finalizzate al contenimento dell’emergenza epidemiologia da COVID-19” emesse dalla Lega Serie A.

 

Stefano Bianco, co-CEO di Global Production, sottolinea: “Come fornitori di produzione televisiva di molti canali e marchi tra i più importanti, nonché società del Gruppo EMG che attua policy “Customer and Employed care” siamo decisamente -e da sempre- sensibilizzati verso la tutela della salute, il rispetto delle regole d’ingaggio e il raggiungimento dei più alti standard qualitativi.

Siamo molto concentrati nel rispetto di tutti i protocolli e le attenzioni possibili; abbiamo redatto documenti, note informative, questionari, raffinato e personalizzato protocolli già molto validi e realizzato call verso tutti i dipendenti e collaboratori anticipando tutti i dettagli utili per essere più che pronti sul campo.

A maggiore ragione ora, visto il forte martellamento mediatico legato alla ripresa del calcio a cui abbiamo assistito, la ripartenza era decisamente sotto i riflettori di tutti e qualsiasi modalità o attività non del tutto conforme ai protocolli sarebbe stata di sicuro amplificata e aspramente criticata.

Detto in breve, il nostro impegno anche in questo caso è sicuramente una garanzia a tutela del “bene calcio” e di tutti i lavoratori impegnati nelle produzioni televisive”.

 

Netco Sports

L'altra azienda del Gruppo Euro Media Group sul campo della Coppa Italia a Torino il 12 Giugno era Netco Sports, super specializzata nella cura di tutta la dimensione grafica, il tracking e le virtualizzazioni che oggi, ancora più che in passato, diventano determinanti.

Infatti, la ripartenza delle partite di calcio senza la presenza di spettatori sugli spalti soffre sicuramente della perdita di empatia e di spettacolarità nelle immagini.

Le strade proposte per ovviare almeno in parte, ad oggi non sono state molte e per esempio la Bundesliga ha cercato di sopperire con un audio virtuale, compresi tifo e applausi.

Un altro esempio è stata la spagnola LaLiga, ripartita col calcio il giorno 11 Giugno aggiungendo audio simulato della folla e con immagini virtualizzate del pubblico, oltre a inquadrature diverse dal solito.

 

DarioMarraIndispensabili per gli analisti sportivi

Dario Marra Operation Manager di Netco Sports sottolinea: “L'idea di fondo, per la ripartenza del calcio non è stata cercare di fingere normale qualcosa che palesemente non lo è, ma tendere a fornire un intrattenimento di alto livello, un arricchimento dell'esperienza utente.

 

Netco Sports in qualità di fornitore ufficiale di Lega Serie A, di SKY, di Dazn e di Lega B, è stata ingaggiata il giorno 12 giugno per tutte le attività grafiche, per tutti quei servizi che partono dalle statistiche fino al playout delle grafiche, quindi tutta la messa in onda e la rilevazione statistica delle performance degli atleti. 

 

Dario Marra afferma: “Siamo molto abituati a gestire tutto il pacchetto di grafica e dati perché queste nostre specialità sono da anni presenti in ogni match della Serie A; quindi forniamo sempre dati di grande interesse a squadre, tifosi, club, sponsor, broadcaster, dati molto importanti per gli analisti sportivi di tutto il mondo.

La quantità di informazioni che riusciamo a proporre durante il match è sicuramente molto elevata e comprende davvero tantissimi aspetti per ogni squadra e giocatore. 

Inoltre, nostri sistemi di rilevazione creano una mole notevole di dati che vengono poi raffinati e forniti ai Club in forma di report molto completo, post partita.

Per queste rilevazioni utilizziamo in campo un sistema composto da tre telecamere ottiche installate di volta in volta in tribuna, su un apposito rig che, dopo il setup iniziale, permette di seguire tutto ciò che accade in campo.

Poi grazie a una catena tecnica che coinvolge diversi apparati, software e hardware strutturati riusciamo a generare tutti i dati e le informazioni inserite nella grafica live e dei report molto strutturati.”

 

Netco Sports in genere fornisce in contemporanea servizi di grafica regionalizzati per l'Italia, per il feed domestico per SKY e/o Dazn, e un feed graficato per l'estero. 

I dati rilevati sono trasformati in forma grafica e trasmessi con le immagini in onda ma divengono utili contenuti anche come servizi sul web, sul sito del cliente, e sull'applicazione del club e del broadcaster.

I dati partono dalle rilevazioni dal campo e viaggiano via rete dedicata su fibra fino alla centrale in via Deruta a Milano da cui sono messi a disposizione delle varie leghe.

Nella caso in questione, la ripartenza del calcio “post-covid” con la partita del 12 Giugno, il servizio realizzato per la Coppa Italia era simile a quello normalmente creato per la Serie A. 

L'impegno ha previsto l'ingaggio sul campo di gioco a torino di un Ob-Van di dimensioni contenute, con 4 persone, di cui due a bordo, e due per il servizio di tracking con le tre telecamere su rig. 

Oltre al playout della grafica dal campo e tutte le statistiche, è stato realizzato un feed che consentiva di inserire un servizio di pubblicità virtuale mediante “tappetini VR” posizionati ai lati delle porte. 

Questo consente di inserire la visualizzazione di uno sponsor in Italia e di uno differente nel feed estero.

 

InternoVanNetco1Dario Marra spiega: “Per questo ingaggio sono state necessarie circa 5 ore per installare tutti gli apparati interessati: il van raccoglie tutto l'hardware e il software necessari per coprire l'evento. L'iter è consolidato: appena arrivato in loco il van si collega in rete; sono consegnati i segnali in video per la grafica di preview che viene gestita sul campo e ci si connette con l'MCR di SKY e Dazn per inviare a loro i comandi di messa in onda utili alla grafica del segnale domestico.

In reazione alla pandemia ogni van ha ricevuto un kit con mascherine anti contagio, gel igienizzanti, guanti, etc., etc.. 
Poi una call generale che ha coinvolto circa cento professionisti, ha chiarito prima dell'evento gli ultimi dettagli, alla luce dei cambiamenti.
Turni nell'area MCR sono stati organizzati per minimizzare la presenza di persone in contemporanea in un ambiente chiuso.

###