• Presspool.it
    UfficioStampa in Pixel
    multi platform contents
  • Presspool.it
    PressOffice in Pixel
    case studies, press releases, comunicati stampa, news stories
  • Presspool.it
    UfficioStampa in Pixel
    articoli, interviste, video, socialing
  • Presspool.it
    UfficioStampa in Pixel
    digital reputation, awareness, return on relation RoR
  • Techwise PressOffice
    Presspool.it

ANIBA: sta per scendere in campo un nuovo importante player nella produzione tv

BrunoMercuriI comparti broadcast and audiovisual industries si uniscono con obiettivi comuni

E’ ai blocchi di partenza ANIBA, Associazione Nazionale Imprese del Broadcast e dell’Audiovisivo in Italia. Raccolto il formale impegno all’adesione da parte di un nutrito gruppo di aziende, l’auspicio è che il 2020 possa segnarne la costituzione ufficiale e confermare, così, un segnale positivo per il futuro prossimo. 

Abbiamo posto alcune domande al Presidente in pectore, Bruno Mercuri. 

Perché è stata lanciata l’associazione? 

Dopo davvero tanti, forse anche troppi, anni, è emerso tra i colleghi il bisogno reale di superare divisioni e timori a favore dell’unità e della coesione del settore del service broadcast e dell’audiovisivo in Italia.

Fino ad ora è mancato, nel nostro paese, un soggetto che potesse unire e rappresentare le tante aziende che ne sono parte: è una debolezza che, insieme, abbiamo deciso di superare perché abbiamo raggiunto la consapevolezza che solo uniti potremo garantire una maggiore tutela e un maggiore riconoscimento del settore, delle sue specificità, del valore della tecnologia di cui il nostro comparto vive e si nutre.
L’ iniziativa nasce proprio dalla comprovata volontà di aggregazione e di collaborazione delle imprese per raggiungere obiettivi comuni, con regole chiare e condivise.

Per questo credo che ANIBA rappresenti un elemento fortemente innovativo all’interno del mondo della produzione TV, laddove innovazione significa sguardo al futuro, con prospettiva e progettualità. 

A livello di scelte e di policy aziendali, i soci mantengono comunque autonomia o devono uniformarsi a scelte preordinate?

Tengo a specificare che ANIBA non interverrà sulle scelte e sulle politiche commerciali di ciascun associato: il mantenimento dell’autonomia commerciale di ogni azienda è uno dei nostri caposaldi. 

Per ottenere e mantenere la carica di socio sono previsti dei requisiti definiti collegialmente e riportati nello statuto. Un sistema di autodisciplina e di autocontrollo interno è fondamentale se si ambisce, come in questo caso, a parlare a voce unica in rappresentanza di istanze condivise. 

Quello che miriamo a creare sono le condizioni affinché possa espletarsi davvero una libera concorrenza sul mercato, fatta di regole, trasparenza ed etica. 

Quali sono i principali scopi, finalità e obiettivi inseriti nello statuto? 

Lo scopo principale di ANIBA è quello di rappresentare e tutelare gli interessi delle imprese associate e di curarne le relazioni con le istituzioni e il mercato italiano.

Come primo passo, noi associandi abbiamo scelto di condividere e vincolarci ad un codice etico, morale e deontologico.

Intendiamo poi adoperarci affinchè vengano definite regole chiare e procedure comuni e armonizzate per quanto attiene agli aspetti tecnico-operativi. 

Vogliamo intraprendere tutte le azioni per ottenere una certificazione dei mezzi di produzione, sulla base di standard oggettivi, al fine di garantire a tutti efficienza, sicurezza e competitività.

La nostra azione sarà a tutela in primis delle aziende associate: abbiamo idee chiare sul futuro di un settore che, inserito all’interno di uno scenario evolutivo ricco di nuove sfide, potrà affrontare il fenomeno tecnologico con fiducia e serenità, avvalendosi della collaborazione di tutti gli attori coinvolti.

Come si integra la nuova associazione nel mercato della produzione tv? 

Il nostro obiettivo è che ANIBA diventi un marchio di garanzia, di qualità e di serietà. 
Vogliamo che l’adesione ad ANIBA sia riconosciuta come valore aggiunto, come segno inequivocabilmente distintivo dell’affidabilità e della serietà delle aziende che vi appartengono. Vogliamo veicolare un’immagine di valore delle aziende che, associandosi, hanno operato una netta scelta di campo dal punto di vista operativo e gestionale. La riqualificazione dell’intero mercato del broadcast TV sarà un conseguente beneficio evidente a tutti. 


In pratica l'idea principale è di apportare benefici a tutta la filiera, service tv, produttori di contenuti e broadcaster?

Si. L’azione di ANIBA vuole dare respiro e maggiore visibilità al comparto delle aziende che si occupano della produzione TV, aziende che, per poter rispondere alle esigenze del mercato, devono affrontare ingenti investimenti e disporre di un elevato know how, senza che pur tuttavia questo venga loro oggi adeguatamente riconosciuto. 

Vogliamo, allora, sensibilizzare tutti i responsabili del mercato che si relazionano quotidianamente con le nostre aziende affinché venga corrisposta la corretta remunerazione di ogni lavoro e dunque davvero valorizzata l’importanza di una esecuzione a regola d’arte.

Legato a questo c’è ovviamente lo sprone di cui ANIBA si farà promotrice ad incentivare un’autoregolamentazione del settore che porti a una maggiore trasparenza e al pieno rispetto delle normative da parte di tutti per quanto riguarda ogni ambito della produzione. Questo significa garantire la piena rispondenza tecnica ai capitolati, equi compensi del personale, la correttezza gestionale delle aziende, etc... 

Ci preme parallelamente sottolineare come anche una generale semplificazione e un maggiore equilibrio nella remunerazione delle prestazioni a tutti i livelli non siano più rinviabili. 

L’attività di ANIBA è, come si può ben capire, volta a realizzare miglioramenti complessivi di tutta la filiera. 


È corretto pensare che il tema della certificazione tecnica sia decisamente un argomento centrale di ANIBA?

Certamente. La certificazione dei mezzi tecnici è davvero un punto centrale, su cui abbiamo già avviato un primo dialogo con l'Associazione HD Forum Italia, che qui colgo l’occasione per ringraziare per la proposta di fattiva collaborazione con ANIBA.

La certificazione delle facilities e dei mezzi produttivi è da intendersi come una ulteriore garanzia che coinvolge sia l’infrastruttura operativa sia i livelli di sicurezza per il corretto esercizio delle attività. 

Certificare i mezzi di produzione secondo criteri oggettivi significa riconoscerne, anzitutto, il valore economico e progettuale e, poi, significa ragionare finalmente secondo una logica di competitività che tuteli la qualità, l’efficienza e il rispetto dei soggetti coinvolti.

Va anche detto che la certificazione dei mezzi di produzione significa che le aziende socie di ANIBA mettono a disposizione tecnologie rispondenti a quanto previsto nei capitolati, fornendo ai clienti un ulteriore elemento di sicurezza e garanzia. 

Riteniamo fondamentale, in questa direzione, uscire dalla semplicistica considerazione che la tecnologia possa essere ridotta a “ferro” e, sottolineare quello che riteniamo essere il grande valore di ANIBA: l’essere un’associazione che vanta al proprio interno aziende che utilizzano sistemi di altissimo livello tecnologico e progettuale, che sono anche qualificate dal punto di vista gestionale. 

E’ evidente che il marchio ANIBA diventa garanzia di massima affidabilità sotto molteplici aspetti. 


Udito questo, ci si aspetta una adesione massiccia da parte del mercato; chi sono i membri ad oggi? 

L’iniziativa ha - per ora - raccolto l’adesione di 16 primarie aziende di servizi del broadcast e dell’audiovisivo in Italia, importanti nomi che – insieme – sviluppano circa l’85% dell’intero fatturato del mercato di riferimento. 

L’associazione ANIBA è in fase di costituzione (ritardata solamente da problematiche legate alla pandemia, ndr) e contiamo di riuscire a concludere nel minor tempo possibile, entro il 2020, l’iter formale di costituzione. 

Attendiamo, quindi, a breve il felice momento in cui il mondo del broadcast potrà davvero dare il benvenuto ufficiale a questo nuovo importante soggetto. 

Ci auspichiamo, naturalmente, che anche altre realtà possano interessarsi al nostro progetto, sposare il nostro programma e manifestare l’impegno ad associarsi, rispettando naturalmente i requisiti propri di ANIBA. 

 

ANIBA è particolarmente interessante per il mondo dello sport broadcast e tutti coloro che vi lavorano? 

In Italia, il mercato della produzione televisiva dello sport, e quello del calcio in particolare, ha, a nostro avviso, ampi margini di miglioramento se solo pensiamo alle condizioni che vengono riservate ai service rispetto alla media europea. Con questo mi riferisco, ad esempio, a quella che crediamo debba essere una maggiore valorizzazione dell’impegno richiesto e profuso dai service che forniscono sistemi tecnologici spesso avanguardistici e di altissimo livello per ottemperare alle richieste di chi gestisce la produzione e il mercato dei diritti. E’ evidente che ciò impone una grande responsabilità in capo a noi imprenditori di questo settore ad alta intensità di investimento per una produzione impeccabile che va realizzata, da un lato,con tecnologie particolarmente innovative e performanti e, dall'altro, con personale qualificato, allenato, pronto e tempestivo a rispondere alle azioni dello sport realizzato in diretta.

In virtù di ciò apprezziamo e diamo la piena disponibilità a sederci a tavoli di confronto per il miglioramento complessivo delle condizioni di fornitura. 

ANIBA promuoverà, inoltre, per gli associati, anche corsi di formazione continua del personale del settore, incontri, occasioni di aggiornamento con vari fornitori di tecnologia. 

Ci sarà una spinta costante alla collaborazione su più livelli per ricercare e offrire soluzioni tecniche che concretizzino le idee creative, che sappiano garantire la qualità del servizio e la capacità di adeguarsi alle esigenze di cambiamento che il broadcast richiede. 

L’esperienza di questa pandemia senz’altro ci ha aiutato a comprendere quanto essere flessibili, innovativi e versatili sia conditio sine qua non per continuare ad essere operativi e presenti sul mercato. 

Dal punto di vista operativo-pragmatico come si muoverà ANIBA? 

Di fatto, ANIBA dispone già di un Consiglio Direttivo in pectore nominato dall’Assemblea degli associandi e sta iniziando a muovere i primi passi in attesa della formalizzazione presso il Notaio, che ci auspichiamo di poter concludere davvero nei prossimi giorni.

Le istanze di ANIBA - e dunque di tutte le aziende associate - verranno portate avanti da un rappresentante dell’associazione, una figura già identificata da coloro che hanno sottoscritto l’impegno formale ad aderire, nota nel settore per la sua ampia competenza e grande esperienza. Saprà operare con l’autorevolezza necessaria a garantire l’efficacia della sua azione e siamo certi che consentirà di raggiungere i risultati sperati. E’ una persona che ci rappresenterà e si occuperà di negoziare con i vari interlocutori, come broadcaster, personale, case di produzione, istituzioni, etc., per addivenire a soluzioni concrete e migliorative per tutti. 

Gli aspetti su cui vorremmo ragionare sono diversi: la certificazione dei mezzi, la valutazione dei contratti di fornitura e delle convenzioni con gli enti pubblici, i canali di finanziamento, la remunerazione delle attività secondo prezzi di mercato reali, la regolarità dei pagamenti, il trattamento e le condizioni di impiego del personale, la corretta valorizzazione di tutte le maestranze e dei professionisti che lavorano con noi... 

Insomma, l’obiettivo è dare il giusto valore al settore nel suo complesso, coinvolgendo tutti i player e gli attori che in esso vi operano, per garantire una soddisfazione reciproca e stimolare forme di operatività per co-evolvere in modo economicamente sostenibile. 

Siamo consapevoli che la sfida non è facile, ma con gradualità, perseveranza, convinzione e unità, siamo sicuri di poterla vincere. 

###

©robertolandini presspoo.it

- Broadcast Radio & TV -

Riedel MediorNet MicroN per le trasmissioni...

Riedel MediorNet MicroN per le trasmissioni...

L'emittente pubblica WDR è tra i primi clienti europei ad adottare il nuovissimo dispositivo di elaborazione...

| In Broadcast-Tv| 22 Gennaio, 2021
Barco contro Covid e a Qiddiya, nella...

Barco contro Covid e a Qiddiya, nella...

La pandemia di coronavirus ha reso indispensabile il lavoro a distanza, ha anche cambiato il modo in...

| In Lighting-Projection| 08 Gennaio, 2021
Barco ultime notizie: configura,...

Barco ultime notizie: configura,...

Non è facile visualizzare il videowall per interni più adatto a ogni applicazione.  Per rendere...

| In Lighting-Projection| 24 Dicembre, 2020

- Audio Pro -

“ReVoice”, un luogo sui navigli...

“ReVoice”, un luogo sui navigli...

Una visione prospettica con obiettivi concreti e credibili. Mentre chiudiamo il 2020, è facile guardare...

| In Audio-Professionale| 28 Dicembre, 2020
Austrian Audio: piccola azienda...

Austrian Audio: piccola azienda...

Considerando le loro dimensioni e la loro storia aziendale, Austrian Audio ha rapidamente catturato una...

| In Audio-Professionale| 20 Dicembre, 2020
Genelec e il Software di musura...

Genelec e il Software di musura...

Il software GLM crea la possibilità di connettere, calibrare e controllare un sistema Genelec Smart Active...

| In Audio-Professionale| 20 Dicembre, 2020

- Post & Graphics -

Telestream presenta Telestream...

Telestream presenta Telestream...

Telestream DIVA è l'ultima versione della nota suite software DIVA per la gestione delle risorse digitali,...

| In Post & Graphics| 05 Gennaio, 2021
EditShare scelto dalla National...

EditShare scelto dalla National...

FLOW ed EFS forniscono la gestione dei media basata su cloud a livello di campus e lo storage aperto...

| In Post & Graphics| 18 Dicembre, 2020
Primestream e Blackmagic Design...

Primestream e Blackmagic Design...

Primestream, fornitore di soluzioni software di gestione e automazione delle risorse per la produzione...

| In Post & Graphics| 14 Dicembre, 2020

- Sports Broadcast -

Remote production e il coronavirus....

Remote production e il coronavirus....

Attorno allo sci ruota una serie di eventi di importanza notevolissima, anche dal punto di vista tecnico...

| In Sports Broadcast| 19 Gennaio, 2021
Aviwest e i trasmettitori mobili...

Aviwest e i trasmettitori mobili...

Aviwest, fornitore globale di sistemi di contribuzione video, ha permesso a Barça TV e Real Madrid TV,...

| In Sports Broadcast| 24 Dicembre, 2020
RT Software e la nuova generazione...

RT Software e la nuova generazione...

La nuova versione di Tactic viene presentata da RT come un punto di svolta. RT Software...

| In Sports Broadcast| 15 Dicembre, 2020

- World News -

EcoDigital suite software CSM DIVA...

EcoDigital suite software CSM DIVA...

DIVA Software è la Suite di EcoDigital per la gestione delle risorse digitali CSM (Content Storage Management)...

| In World-News| 24 Dicembre, 2020
Primestream per Newsmax: Xchange...

Primestream per Newsmax: Xchange...

L'importante emittente televisiva e di notizie Newsmax TV ha selezionato un'infrastruttura completa di...

| In World-News| 14 Dicembre, 2020
FTTH per 5G: l'aggiunta di capacità...

FTTH per 5G: l'aggiunta di capacità...

Un nuovo studio analizza l'incertezza nell'impatto sulla richiesta di fibra / 5G in un momento di iniziale...

| In World-News| 03 Dicembre, 2020

- SVG Europe -

ANIBA: a new important player in...

ANIBA: a new important player in...

The broadcast and audiovisual industries unite in Italy with common objectives under the new association...

| In Svg-Europe| 17 Dicembre, 2020
EMG in Italy skyrocketed with 3Zero2...

EMG in Italy skyrocketed with 3Zero2...

Tv Production with the new strategic high-tech and high-connectivity partner At the end of June 2020,...

| In Svg-Europe| 10 Dicembre, 2020
SVG Europe guarda al 2021, eventi...

SVG Europe guarda al 2021, eventi...

Mentre guardiamo al 2021, siamo entusiasti di annunciare quattro eventi imperdibili che si svolgeranno...

| In Svg-Europe| 04 Dicembre, 2020

- Video Professionale -

Blustream: gamma completa di soluzioni...

Blustream: gamma completa di soluzioni...

Da un paio di mesi Blustream, produttore di soluzioni di distribuzione AV con sede in Australia e nel...

| In Video-Professionale| 14 Dicembre, 2020
Dejero e Bottle Tree, risparmio...

Dejero e Bottle Tree, risparmio...

Il trasmettitore mobile Dejero EnGo apre un mondo completamente nuovo di possibilità di live streaming...

| In Video-Professionale| 04 Dicembre, 2020
IPMX a Game on, a Infocom Connected...

IPMX a Game on, a Infocom Connected...

L'Alliance for IP Media Solutions (AIMS) in giugno ha partecipato a InfoComm 2020 Connected, l'evento...

| In Video-Professionale| 28 Novembre, 2020

- Tecnologie Innovative -

Dalet annuncia le nuove funzionalità...

Dalet annuncia le nuove funzionalità...

L'ultima versione di Dalet Brio supporta flussi di lavoro sia SDI che IP in sede e nel cloud, consentendo...

| In Tecnologie-Innovative| 15 Dicembre, 2020
Square Box Systems e CatDV sei...

Square Box Systems e CatDV sei...

Dallo scorso maggio ad oggi CatDV ha proposto una serie di webinar tecnici di sicuro interesse per il...

| In Tecnologie-Innovative| 29 Novembre, 2020
VuWall video wall e AV over IP...

VuWall video wall e AV over IP...

La versione del software TRx 3.0 è la prima a portare la gestione avanzata del video wall e la distribuzione...

| In Tecnologie-Innovative| 09 Novembre, 2020

Presspool.it Ufficio Stampa in Pixel

Dicono di noi
Special Mention
applausi
Progetto & Contenuti
Project & Contents
Video
Link ai filmati
LINKED-IN e Soci(al)
I link ai social network
Contatti - Contacts
www.presspool.it

Latest News - Ultimissime (2)

News Alert

Copyright © Roberto Landini PressPool.it 2000-2020. PIIT‭039 12510967. All rights reserved. We strive for accuracy and fairness. If you see something that doesn't look right, contact us: info [At] presspool. it